La nonna insegna

CALLI, DURONI, OCCHI DI PERNICE

Prima di ogni applicazione sarebbe buona cosa preparare i nostri piedi immergendoli in acqua ben calda in cui sia stata sciolta 1/2 tazza di sale Inglese (oppure bicarbonato di sodio).

Se si ha la pazienza di strofinare il callo con una certa assiduità usando lo stelo del dente di leone (Tarassaco) vi assicuro che risolverete il vostro problema.

Impastare un po’ di lievito di birra con succo di limone metterlo su una garza e applicarlo sul callo o sul durone. Molto importante è ripetere il tutto con assiduità.

Si può applicare sul durone un fetta di limone , tenerla tutta notte. Ripetere usando ogni volta una fetta nuova.

Se tagliate uno spicchio di aglio a metà e lo applicate sul callo ( si può usare un cerotto per tenerlo fermo) per tutta la notte, in poco tempo risolverete il vostro problema.

 

MESTRUAZIONI DOLOROSE

 Un rimedio della nonna consiste nel massaggiare il basso addome con olio di ricino per lenire i dolori
mestruali
e alleviare il gonfiore premestruale

Manteniamo la promessa con una ricettina della nonna per le mestruazioni dolorose. Mettete una manciata di pianta essicata o fresca di “Borsa di pastore” in un litro di acqua bollente. Lasciate riposare per un quarto d’ora. Filtrate e bevetene tre bicchieri al giorno a digiuno, addolcendo con miele o zucchero.

In caso di mestruazioni abbondanti e dolorose, iniziate la cura 10 giorni prima della loro comparsa.

 

RAFFREDDORE, MAL DI GOLA….

Tagliare una mezza cipolla e mettere le due parti sul comodino, vicino alla testa, in modo da aspirarne i vapori durante il sonno.

Se mettiamo 4 o 5 chiodi di garofano in un tazza di acqua bollente otteniamo il the di chiodi di garofano; lo possiamo bere o inalarne i vapori. E’ un ottimo rimedio per raffreddore e tosse.

 Sempre per fare i gargarismi, molto efficace e’ il succo di limone (basta il succo di mezzo limone).

Se abbiamo mal di gola possiamo bere ogni sera, prima di andare a letto, un bicchiere di acqua calda con il succo di mezzo limone e un cucchiaino di miele (favorisce anche il sonno). 

  

OCCHI STANCHI

Versare una tazza di acqua bollente su una manciata di fiori e foglie di Eufrasia , coprire e lasciare riposare finché non è fredda, filtrare e aggiungere tre cucchiai di miele , mescolare finché il miele sarà sciolto poi fare degli impacchi (almeno per 15 minuti) con batuffoli di cotone (o ancora meglio con garze) che devono essere sempre ben bagnati .

 

IL MAL DI TESTA

Per il mal di testa, molto efficace è anche l’aceto: si fa bollire acqua e aceto in parti uguali, si versa il tutto in un catino e poi se ne aspirano i vapori, oppure, dopo averlo lasciato raffreddare, bagnarsi le tempie, la fronte, sotto la gola e dietro il collo, l’importante lasciare che evapori da solo.
Lo stesso miscuglio si può usare per fare impacchi freddi.

  

I RIMEDI PER LA DIGESTIONE

Bere un bicchiere di vino secco prima di pranzo o di cena significava digerire meglio.
Per chi non beve vino, in alternativa, un brodo di verdura caldo, possiede le stesse proprietà del vino.

Per curare i disturbi della digestione si usa anche the di fiori di luppolo e di salvia in parti uguali, si lasciano in infusione con 1/2 cucchiaino di semi di anice (i semi di anice calmano anche i malesseri prodotti dalla presenza di gas nell’intestino).

 

 

 

Se conoscete altri rimedi …inviate gente inviate. 

 

 

 

Fonte:rete

non sono responsabile dei rimedi mensionati


 

 

La nonna insegnaultima modifica: 2007-11-01T07:40:00+01:00da warnerio
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento